DIAGNOSI DELL’INFERTILITA’ MASCHILE

 In News

Il fattore maschile sembra assumere un ruolo sempre maggiore nell’infertilità di coppia.

Le nuove acquisizioni in campo scientifico, ci permettono attualmente di valutare aspetti particolari dello spermatozoo che potrebbero essere implicati nella sterilità. L’esame classico del liquido seminale che prevede lo studio della concentrazione, motilità e morfologia degli spermatozoi, viene oggi completato da una serie di test aggiuntivi che possono dare informazioni ulteriori sia sulla fertilità spontanea che su quella dopo i trattamenti di PMA (procreazione medicalmente assistita).

Uno dei parametri che sembra correlato in modo significativo con la fertilità è la frammentazione del DNA dello spermatozoo. Questo tipo di alterazione è una delle cause più frequenti di ripetuti fallimenti in cicli di PMA e può essere provocata da vari fattori come infezioni, varicocele, stati infiammatori, situazione di stress ossidativi seminale, esposizione a sostanze tossiche, a radiazioni e a temperature elevate.

E’ più frequente con l’aumentare dell’età (maggiori percentuali si osservano dopo i 45 anni), in presenza di un liquido seminale alterato (ridotto numero, ridotta motilità e ridotta percentuale di forme normali) e in presenza di tumori del testicolo. La presenza di questa anomalia degli spermatozoi può essere identificata con u test specifico che permette di stabilire la percentuale di spermatozoi danneggiati.

Viene considerato normale un liquido seminale con una percentuale di spermatozoi con DNA frammentato inferiore al 15-20%: in presenza di percentuali superiori può essere compromesso il successo riproduttivo. Una elevata percentuale di spermatozoi frammentati è associata, in vitro a ridotte percentuali di oociti fertilizzati e a ridotto sviluppo embrionale ed in vivo a ridotte percentuali di gravidanza e aumentate possibilità di aborto.

L’esame viene consigliato in presenza di:

  • fattore maschile
  • ripetuti fallimenti di PMA
  • aborto ripetuto
  • sterilità idiopatica
  • età maschile >40 anni

In presenza di un’aumenta frammentazione del DNA dello spermatozoo può essere utilizzata una terapia medica con antiossidanti e una dieta bilanciata.

Gli spermatozoi con frammentazione del DNA hanno scarsa capacità fecondante che non viene rilevata dal semplice spermiogramma, per questo motivo oggi è sempre più importante e necessario implementare l’analisi del liquido seminale con lo studio della frammentazione del DNA spermatico per garantire alle coppie che accedono al servizio di infertilità un corretto inquadramento diagnostico e definire un adeguato programma terapeutico.

Articoli raccomandati
Contattaci

Contattaci per informazioni o prenotazioni.

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search